Il palchetto di Commedia dell’Arte

Uno spettacolo esilarante e divertente prodotto dalla Compagnia Fatti d’Arte. Come nella tradizione settecentesca, la rappresentazione è stata pensata per essere messa in scena all’aperto (adattabile, di conseguenza, a qualsiasi spazio chiuso) con una scenografia fatta di pochi oggetti; la pièce è basata non su un testo scritto, ma su un canovaccio. L’intento è omaggiare uno dei genere teatrali più antichi in Italia.

Il canovaccio è ispirato all’opera di Carlo Goldoni.Egli fu conosciuto per il suo “illuminismo popolare”, che critica ogni forma di ipocrisia dando importanza alla classe sociale dei piccoli borghesi. Goldoni era conscio dei conflitti che possono sorgere tra le varie classi ed era altrettanto che un uomo si potesse affermare indipendentemente dalla classe cui apparteneva, attraverso l’onore e la reputazione di fronte all’opinione pubblica. Ogni individuo se onorato accetta il proprio posto nella scala sociale e rimane fedele ai valori della tradizione: onestà, laboriosità, ecc. Il testo della compagnia, non solo rispetta l’ideologia ‘illuministica’ di Goldoni, omaggia, altresì, la struttura teatrale della Commedia, caratterizzata da un intreccio amoroso che si conclude con il lieto fine.

Non ci sono commenti.

Leave a reply

Current day month ye@r *