Sogno di una notte di mezza estate

Suggestioni di luci e colori, costumi raffinati, un cast di giovani interpreti per una delle commedie più celebri, affascinanti e misteriose di Shakespeare. La trama principale si snoda attorno alle vicende amorose di Ermia e Lisandro, e di Elena e Demetrio, le cui avventure sentimentali sono complicate dall’entrata in scena di Oberon e Titania ,re e regina delle fate che, servendosi di un folletto di nome Puck,creano scompiglio tra gli amanti. La trama secondaria narra le divertentissime vicende di Bottom e dei suoi colleghi artigiani , che si recano nella foresta per preparare la messa in scena della commedia di Piramo e Tisbe.

Nel sogno di una notte di mezza estate si fondono le vicende degli umani e degli dei. Il mondo dei sogni diventa il luogo dove il confronto tra uomini e spiriti,tra vita e morte,avviene; da qui trae vita l’aforisma shakespeariano per eccellenza ‘siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni’, che condensa il significato della scrittura di Shakespeare: una volta che l’avventura sugli argillosi sentieri della terra è terminata la vita prosegue sotto forma di spirito e se tutto questo può spaventare il lettore,si può sempre seguire l’invito che Puck rivolge ai lettori, nel monologo conclusivo della fiaba:

Atto V Conclusione

Ora vi auguro sogni felici,

Se sia ben vero che siamo amici,

E ad applauso tutti vi esorto,

Poiché ho promesso che ad ogni torto

A voi causato per inesperienza,

Gentile pubblico, faremo ammenda.”

Non ci sono commenti.

Leave a reply

Current day month ye@r *